Wiktenauer Compilations.png
Wiktenauer logo.png

Page:L’arte di ben maneggiare la spada (Francesco Fernando Alfieri) 1653.pdf/18

From Wiktenauer
Jump to: navigation, search
This page contains changes which are not marked for translation.

This page has been proofread, but needs to be validated.

luogo l'osservanza de tempi, e delle misure, e che non son altro che sottigliezze, che non vagliano fuor delle scuole, e per confermare questa bella oppinione subbito ricorrono all'esempio di qualche maestro d'arme ch'è stato ammazzato da un ignorante; questi tali, che hanno dentro la testa simili capricci son più degni della compassione che meritino risposta, L'ardimento, e la forza son doni della natura ed è facil cosa in questo esser del pari perche chi hà senso d'onore non sarà mai timido con vergogna, e per arrivare alle parti mortali coll'arme non è necessario il braccio di Rodomonte, ma sappiamo che se due che debbano combattere uno sia il più debole secondo l'oppione che habbiamo arrecata non vi sarebbe speranza, falzissimo pensiero, venga un huomo rozo, e gagliardo e non havendo notizia immaginabile delle maniere di governarsi nel ferire, combatt'armato di Spada, e di pugnale con uno inferiore di forze ma pratico nell'arte, e si vedrà chi rimarrà nello steccato, Non sono sottigliezze il conoscere la misura e'l tempo e'l sapersene servire, son ragioni certe, infallibili ne si danno à credere co bei discorsi, e con l'acconciamenti delle parole ma si dimostrano