Wiktenauer logo.png

Page:L’arte di ben maneggiare la spada (Francesco Fernando Alfieri) 1653.pdf/52

From Wiktenauer
Jump to: navigation, search
This page contains changes which are not marked for translation.

This page has been proofread, but needs to be validated.

ed il suo fine, facilmente si può raccorre, e per descriverla con chiarissima brevità, E un moto ingegnoso fatto per indure l'inimico à difendere una parte del corpo, e ferirlo nell'altra; Le Finte sono diverse, altre si fanno col piede, antre con la Spada. Col Piede si fanno le finte per ispaventare l'inimico, e ferilo dove sconsertato dal timore si discopre. Tal Finta, è pericolosa per chi la fà, e la ragione è per se stessa manifesta, perche se si ritrova il nemico fuori di misura, è inutile, se è in misura, mentre si presume di guadagnare un tempo lo perde, Io ben sò che diversamente succede con quelli che non hanno esperienza, nè destrezza acquistata coll'esercitarsi, ma noi dobbiamo fondare i nostri colpi ne' precetti dell'arte, non sopra i mancamenti di quelli con i quali si combatte. Le Finte che si fanno colla Spada, son soggette alle medesime opposizioni, e per lo più sono dannate, da Maestri per i moti, che richiedono, con i quali si dà maravigliosa commodità d'esser prevenuti, nulladimeno parlando sempre con il dovuto rispetto di quelli, che sentono altrementi, è mio parere che spesse volte, siano di molto vantaggio, e degne d'esser praticate, quando però si sapranno accompagna-