Wiktenauer logo.png

Page:Pisani-Dossi MS 02b.jpg

From Wiktenauer
Jump to: navigation, search
This page contains changes which are not marked for translation.

This page has been proofread, but needs to be validated.

de la spada che ben in farò mentione. Poy trouariti far punte de lança e una lança contra l'altra a chauallo e una lança curta cum la longa e altri partidi anchora spada contra lança per diuerssi modi. Poy trouariti de spada a spada e li ferieri de le spade l'uno homo contra l'altro e tor de spada e butar da çhauallo per diuerssi modi e 'l pro e 'l contra. Anchora uederiti çoghi de braçe per diuerssi modi. Anchora uederiti uno che uole butar uno altro a terra cum tuto lo chauallo. Anchora uederiti uno che uole trare la brena de mane a uno altro. Anchora uederiti uno magistro a pe' incoronato cum uno spedo in mane e quello che luy pò far cum lo spedo poria far cum una lanza cum uno bastone e anchora cum una spada, çoè che questo magistro speta .iij. a cauallo: lo primo porta la lança soto mane, lo segondo la porta arestada, lo terzo uole butar sua lança contra de quelo magistro, lo qualle magistro si è suficiente de far soi çoghi che il segueno, çoè duy çoghi. Poy trouariti uno magistro incoronado a cauallo cum una lança arestada che ua contra uno altro per far punte de lança, lo qualle dicto magistro si ha una corda ch'è ligada a la lança sua e entra la dicta corda entro la sella de lo suo chauallo, la qual chorda si è longa ben quatro braça o più e cum questa lanza uole ferire lo conpagno o butare la dicta lança a lo collo de lo conpagno per strasinarlo da chauallo. Poy trouariti uno magistro incoronato cum una daga in mane che speta a uno a uno duy conpagni cum spade contra luy e lì uederiti. soy çoghi. Poy uederiti partidi de spada con tra daga che ben farò che se porano intendere liçeramente per le parole soprascripte, çoè per la glosa. Poy trouariti una açça sola molto cautelosa e lauorada per modo che lo primo colpo che la fieri in lo uolto, lo conpagno subito receuudo lo colpo perde la uista per modo che serà grande briga che ueda zamay. Anchora uederiti uno magistro incoronato cum una açça in mane che à butada una corda con lo stropeduro de la sua açça ch'è graue una libra o più intorno le gambe a lo conpagno; tirando luy la sua açça zitarà lo conpagno in terra. E sopra tuti quisti çoghi desopra nominati serano facte le lor glose cum si facta declaratione che ben se porano intendere liçeramente. Io predicto Fior prego el mio signor marchese che lo libro li sia arecomandado, perché Voy non trouariti may uno parechio de questo, però che magistri non se trouaria che saueseno far si facti libri nè anchora intendere in lo libro pocho o niente et etiam per lo longo tempo che io sonto stato a farlo, non sonto per fame più nesuno de tanta quantità como è questo; chè per mia fede io li sonto sta' meço anno a farlo, sì che io non uoio più de queste brige per lo tempo uechio che me incalça. Dio guardi lo segnore Marchese Nichollò da este signore de la cità de ferara de la cità de modena de la cità de parma e de la cità de reço.

Armorum actus si te delectat, amice,
Noscere, tecum habeas totum quod carmina monstrant.
Sis audax ui atque animo nec senix adesto:
Nil menti sit timor; ades, perficere posses.
Huius in exemplum mulier sit; pauida nunquam
Nudum expectaret gladium, formidine capta.
Sic homo formidans ut femina nulla ualebit:
Deforet et totum, cordis si audatia deesset;
Audatia et uirtus talis consistit in arte.

Chi uole uedere de armiçar un bello tenor
Studij in questo libro che à fato lo scolar fior:
Lo qual libro è chiamato fior de bataya.
Aquello reciterà de armiçar de ogni trauaya,
Çoè de lança açça spada daga e d'abraçar
A cauallo a pe' in arme e sença como se de' far;
E uederiti prese couerte ligadure e roture
E per conbatere in sbara lor zoghi e lor mesure.
E de altre cosse che in lo libro uoy uederiti
Abiandolo examinado ben credere lo poriti;
Chè cinquanta anni in tal arte ò studiado:
Chi in men tempo più sa el n'à bon mercado.