Wiktenauer logo.png

Difference between revisions of "Page:L’arte di ben maneggiare la spada (Francesco Fernando Alfieri) 1653.pdf/200"

From Wiktenauer
Jump to navigation Jump to search
 
Page body (to be transcluded):Page body (to be transcluded):
Line 1: Line 1:
<section begin="1"/>'''''DELL'IMPUGNAR LO SPADONE, e fermarsi in postura, per assalire il nimico.'''''
+
<section begin="1"/>''DELL' IMPUGNAR LO SPADONE, e fermarsi in postura, per assalire il nimico.''
  
 
''Cap. VI.''
 
''Cap. VI.''

Latest revision as of 20:49, 30 July 2020

This page has been proofread, but needs to be validated.

DELL' IMPUGNAR LO SPADONE, e fermarsi in postura, per assalire il nimico.

Cap. VI.

IN questo discorso si mostrarà, che molto più efficacemente insegnano le figure, che non fanno i discorsi, perche il vedere disegnate le posture, e le maniere, che si devono osservare per imitarle levando tutte le dubbiezze, che potessero nascere dalla debolezza dell'oppressiva. La seguente figura rappresenta, come si deve in un tempo indivisibile fermarsi nella postura, e conservarsi libero per poter aspettare, & assalire secondo al suo beneplacito.

Volendo il Cavaliere fare la prima lettione, deve cominciare con i due tagli principali, ch'è un mandritto, e un roverso, e vengono portati, & insieme accompagnati dalla man dritta, e sinistra slungando il passo, e il corpo, tirando i colpi, ò basso, ò alto, secondo il sito, e'l tempo, questo due tagli sono tirati indifferentemente, e replicati più volte, il mandritto è tirato dalla parte dritta, e il riverso dalla mano sinistra, e chi ben andarà esaminando, e discorrendo con l'intelletto trovarà facilmente le ragioni di andare contra ogni uno, come ragionaremo in un luogo di una, & hora in un'altro dell'altra seguente lettione.