Wiktenauer logo.png

Difference between revisions of "Page:L’arte di ben maneggiare la spada (Francesco Fernando Alfieri) 1653.pdf/226"

From Wiktenauer
Jump to navigation Jump to search
Page body (to be transcluded):Page body (to be transcluded):
Line 1: Line 1:
'''COME SI DEVE OPERARE CON LO SPADONE ''di mandritto, e riverso, per difendersi sopra d'un Ponte da nimici.'''''
+
'''''COME SI DEVE OPERARE CON LO SPADONE di mandritto, e riverso, per difendersi sopra d'un Ponte da nimici.'''''
  
 
''Cap. XIX.''
 
''Cap. XIX.''
  
 
'''N'''El maneggio dello Spadone par, che la destrezza, e agilità prevaglia alla forza; manifestamente si comprende nella nostra Figura il difendersi sopra d'un Ponte, così di mandritto, e riverso, cominciando col pie destro, e seguitare poi con il sinistro, voltando il corpo, e'l passo tre volte in giro, caminando avante, e tornare in dietro, molte volte secondo l'occasione causata dal nimico, tanto da una parte come dall'altra del Ponte, accompagnando sempre i colpi con il braccio, e con il piede, e con l'artifitio; Vi si possono ancora fraporre alcune finte, ed altre mutanze, che servono di ornamento alle lettioni, ed à mostrare lo spirito di chi le pratica.
 
'''N'''El maneggio dello Spadone par, che la destrezza, e agilità prevaglia alla forza; manifestamente si comprende nella nostra Figura il difendersi sopra d'un Ponte, così di mandritto, e riverso, cominciando col pie destro, e seguitare poi con il sinistro, voltando il corpo, e'l passo tre volte in giro, caminando avante, e tornare in dietro, molte volte secondo l'occasione causata dal nimico, tanto da una parte come dall'altra del Ponte, accompagnando sempre i colpi con il braccio, e con il piede, e con l'artifitio; Vi si possono ancora fraporre alcune finte, ed altre mutanze, che servono di ornamento alle lettioni, ed à mostrare lo spirito di chi le pratica.

Revision as of 15:44, 11 August 2017

This page has been proofread, but needs to be validated.

COME SI DEVE OPERARE CON LO SPADONE di mandritto, e riverso, per difendersi sopra d'un Ponte da nimici.

Cap. XIX.

NEl maneggio dello Spadone par, che la destrezza, e agilità prevaglia alla forza; manifestamente si comprende nella nostra Figura il difendersi sopra d'un Ponte, così di mandritto, e riverso, cominciando col pie destro, e seguitare poi con il sinistro, voltando il corpo, e'l passo tre volte in giro, caminando avante, e tornare in dietro, molte volte secondo l'occasione causata dal nimico, tanto da una parte come dall'altra del Ponte, accompagnando sempre i colpi con il braccio, e con il piede, e con l'artifitio; Vi si possono ancora fraporre alcune finte, ed altre mutanze, che servono di ornamento alle lettioni, ed à mostrare lo spirito di chi le pratica.