Wiktenauer logo.png

Page:MS Ludwig XV 13 13r.jpg

From Wiktenauer
Jump to: navigation, search
This page contains changes which are not marked for translation.

This page needs to be proofread.

Zò che si dise non ven og(n)ora fatto. Io so' lo contrario del scolaro ch'è denanzi lo qual è un grande matto, che tanto ò sapudo fare che la gamba mia convegni lassare e per questo modo gli metto la daga in lo volto per mostrare ch'ello sia matto e stolto.

Io zogho cum gli brazi crosadi per far li remedy che denanzi sono passadi. E si noy fossemo 'trambi doy armadi non curarem di far miglior coverta. Più forte rimedio di mi non porta corona, però ch'i posso zugare dritto e riverso, anchora incrosare di sotto chome di sopra.

Lo contrario del Re che incrosa denanci io fazo che cum suo incrosar non mi farà impaço che tal penta gli darò al chubito che lo farò voltare e ferirolo subito.

Per questa presa che ò tanto forte a zaschuno cr(e)deria dar la morte. Però che ti posso romper lo brazo e posso te butar in terra, e sì posso torti la daga. Anchora ti tegno (tegno) in la soprana ligadura ligado. E de queste quatro chose de mi non saray liberado.