Wiktenauer logo.png

Page:Ragione di adoprar sicuramente l'Arme (Giacomo di Grassi) 1570.pdf/11

From Wiktenauer
Jump to navigation Jump to search
This page contains changes which are not marked for translation.

This page needs to be proofread.

ALLI MOLTO MAG. SIGNORI Il Sig. Camillo, il Sig. Fabritio, il Sig. Girolamo, già del S. Luigi, il S. Liberale, l'uno & l'altro, S. Luigi Renaldi. Il S. Alberto 0nigo, il S. Antonio Bressa, il S. Branca Scolari, il Sig. Lione B0ssi, il Sig. Giacomo Sugana, il Sig. Bonsembiante, Onigo, già del Sig. Cavallier, il Sig. Ascanio Federici, il Sig. Agostino Bressa, miei Signori Osseruandissimi.

FRA TVTTI i preghi che io per tut to il corso della mia uita ho chiesti a Dio maggiori, di quest'uno l'ho sempre caldamente supplicato. Che quan tunque io mi troui per hora in assai debbole & bassa fortuna, egli nondimeno mi conceda gratia di potermi mostrare grato & cortese de' fauori & beneficii riceuuti. Parendomi che fra tutte le brutture, nelle quali puote l'huomo incorrere in questo mondo, niuna ue ne sia, che piu odioso lo faccia, & inimico a' mortali, & a Dio istesso, che la ingratitudine. Onde essendo io stato dalle Signorie Vostre raccolto in Treuisso, & cortese & honora-tamente trattato da tutti, come che io poco o nulla mi adoprassi in insegnarle la ragion dell'armi, a che ero da quelle con honoraro stipendio condotto, per dimostrar in parte la gratitudine dell'animo mio, ho deliberato donarle que-

sta mia