Wiktenauer logo.png

Page:Scienza d’Arme (Salvator Fabris) 1606.pdf/139

From Wiktenauer
Jump to navigation Jump to search
This page contains changes which are not marked for translation.

This page needs to be proofread.

QVESTA ALTRA PVRE DI SECONDA CONTRA VNA MEDESIma seconda può per più caggioni essere nata, prima per essersi trouati tutti dui in terza, di fuori, & che quello che è restato ferito habbia uoluto uiolentare la spada dell’ altro, uoltando la mano di terza in seconda per ferirlo disopra la spada, & parare disotto col pugnale, & che quelli sentendo la forza della nimica habbia sfalsata la spada uoltando anco lui la mano in seconda sia uenuto à ferire di dentro sopra la punta di detto pugnale auerso, & in un medesimo tempo habbia con girare il corpo lontanata, & curuata la destra parte, che era in pericolo, & uoltando la sinistra inanzi sia uenuto à fare un uacuo del corpo, talmente, che si sia dillongato molto dalla nimica & in medesimo punto con portare il pugnale alla detta spada nimica habbia parato come si uede. Può non meno essere occorso, che trovandosi questo ferittore di fuori habbia finto de ferire sopra la nimica di terza, & il suo auerssario habbia uoltata la mano in seconda per parare & ferire in tempo medesimo assicurandosi con pugnale disotto, & che il ferittore nel detto tempo ancorlui habbia cauata la spada, & uoltando la prospettiua, come pure si è detto, habbia ferito, & parato col pugnale, & col piegare del corpo habbia fatto passare la nimica molto lontana, perche la seconda uà naturalmente à cadere da se stessa in quella parte, quando non troua in contro, & anco può essere che essendo questo di dentro habbia trouato il nimico un poco aperto nel meggio dell’ armi, & li habbia fatto una finta di quarta in quel meggio uicino alla spada & che ’l detto nimico alzando però la mano di terza in seconda, & ponendo il pugnale alla nimica per diffendere quella parte, doue essa era inuiata si sia spinto oltre per ferire in medesimo tempo, & che ’l