Wiktenauer logo.png

Page:L’arte di ben maneggiare la spada (Francesco Fernando Alfieri) 1653.pdf/37

From Wiktenauer
Jump to: navigation, search
This page contains changes which are not marked for translation.

This page has been proofread, but needs to be validated.

consiste la vera diffesa contro i colpiche vengano da mano assai gagliarda. Non parlarò del restante del corpo, che per non essere coperto, e fatto minore con alquanto piegatura è men diffeso, e più aperto bersaglio à ricevere i colpi, e consideratolo nell'atto di ferire, le sue stoccate saranno lenti, e per conseguenza di nissun pericolo, e se mi dicesse che nel portarla ferita il corpo s'incurva, replicarò che ò è necessario questo moto, ò nò, se non è necessario, e mal fatto, se e necessario perche non disporre il corpo in questo sito, e guadagnare il tempo; Quanto all'affadigare meno la vita, collo star dritto nol nego, e che sia più naturale, ma io v'aggiongo, che si deve intendere in riguardo della quiete e non del moto, perche ad uno che vuol far qualche forza, e naturale l'incurvarsi, e situare il corpo in quella maniera nella quale più facilmente può far detta forza, ilche non si farà portando il corpo dritto per ritrovarsi troppo disunito, e per conseguenza debole, e mal disposto al moto che si desidera, e da questo ne viene un'altro inconveniente ancora, che havendo slongata la botta può difficilmente ritornare alla sua guardia, cosa tanto considerabile, che senza far questo, quello