Wiktenauer logo.png

Page:L’arte di ben maneggiare la spada (Francesco Fernando Alfieri) 1653.pdf/50

From Wiktenauer
Jump to: navigation, search
This page contains changes which are not marked for translation.

This page has been proofread, but needs to be validated.

senza pericolo. Quando si trovano in distanza di poterli ferire allora bisogna pigliar il tempo quando sia fatta forza alla lama, e si deve seguitamente cavare, e distendere il colpo, procurando ogni giudizio di valersi della celerità, senza slargar la punta è sconsertarsi, e così restarà prevenuto l'avversario, con essere à suo danno convertiti dall'arte i suoi vantaggi. Si biasima il Cavare in giro, e per conseguenza ancora l'ovato, e se bene questo è approvato da Salvadore gran Maestro, di tal professione tuttavia con sua pace à me non pare di seguirlo, perche ancora nel cavar ovato la Spada vien a formare un poco di giro, ed allontanarsi dal bersaglio, nel che vien ad esser tarda, e più facile à ripararsi per la sua distanza cosa, che non aviene quando sia la cavazione stretta, e continovata nella sua linea. E perche alle volte si va a coprir la spada per indurlo a cavare, e nel medesimo tempo slongare il colpo, in questo caso, è necessario di ritornar la Spada, e con l'elzi guadagnare il debole, e tosto ferire.